Vuoi installare Ubuntu su un Raspberry Pi? Il modo più veloce

Il Raspberry Pi è diventato uno dei microcomputer più popolari. Il suo prezzo (circa 35 euro), le sue possibilità e la sua facilità di reperimento sono riusciti in breve tempo a trasformarlo in un dispositivo indispensabile per molti utenti. Tuttavia, lhardware senza software non è molto utilizzato, e dal lancio del primo microcomputer nel 2012, gli utenti hanno perso un particolare sistema operativo: Ubuntu.

In rete possiamo trovare molti sistemi operativi appositamente progettati e programmati per il Raspberry Pi. Raspbian, per esempio, è la distro ufficiale, basata su Debian, per sfruttare al meglio questo equipaggiamento. Poi possiamo trovare altre interessanti distro (come LibreELEC, per centri multimediali, o RetroPie, per montare una console retrò) che ci permettono di portare questa distro al massimo. Anche Microsoft ha portato Windows al Raspberry Pi.

Ma Canonical non ha osato prendere Ubuntu. Per fortuna, tutto finisce per arrivare, e Canonical non poteva più permettersi di continuare a voltare le spalle al Raspberry Pi, soprattutto considerando la loro situazione.

Ubuntu è certificata per Raspberry Pi

Con il rilascio di Ubuntu 20.04 LTS, Canonical ha finalmente portato il suo distro Linux al Raspberry Pi. E lha fatto oltre a certificare il suo rilascio. Ciò significa che le immagini vengono accuratamente testate prima del rilascio e ottimizzate per sfruttare al meglio lhardware del microcomputer.

Unaltra finestra di questo software certificato è che ci garantisce aggiornamenti di sicurezza durante la vita della distro, aggiornamenti che vengono anche controllati prima di essere portati agli utenti.

Anche se le prestazioni potrebbero non essere ottimali, con questo certificato Canonical si impegna a perfezionare e migliorare ulteriormente il dystro per il Raspberry Pi.

Tuttavia, è disponibile solo per Raspberry Pi 2, 3 e 4, sia a 32 bit che a 64 bit (per 3 e 4). Raspberry Pi 1 e RPi Zero sono fuori Ubuntu.

Nota: Ubuntu Server è disponibile solo per il Pi lampone

Purtroppo, lUbuntu che possiamo installare su un Raspberry Pi non è lo stesso che possiamo installare sul computer. Almeno come standard. La versione che ha portato Canonical a questo microcomputer è stata la versione server, cioè Ubuntu Server.

Questo ha molto senso, poiché il Raspberry Pi è un dispositivo progettato per funzionare come server. Limmagine è considerevolmente più piccola (circa 600 MB) rispetto al normale dystro (che è oltre 2 GB), consuma meno risorse e dà allutente il pieno controllo su tutte le configurazioni e i pacchetti che utilizzerà.

Tuttavia, gli utenti saranno in grado di installare qualsiasi desktop senza problemi per trasformare Ubuntu Server in una versione desktop con uninterfaccia grafica e applicazioni per utilizzarlo come PC.

Scarica Ubuntu da Raspberry Pi Imager

Anche se possiamo scaricare Ubuntu per il Raspberry Pi dal suo sito ufficiale, cè un modo molto più veloce per scaricare lultima versione e creare unimmagine ISO pronta per permetterci di avviare il microcomputer: utilizzare Raspberry Pi Imager .

Raspberry Pi Imager è un programma open source progettato per rendere il più semplice possibile il download delle principali distro per questo microcomputer. Con 3 click saremo in grado di scaricare limmagine per lRPi che vogliamo, preparare il micro-SD e lasciarlo pronto per avviare il microcomputer.

Possiamo scaricare questo programma dal seguente link . Una volta scaricato, lo installiamo ed eseguiamo sul nostro computer. Vedrete una finestra come quella qui sotto.

Cliccare su ” Scegliere OS ” per scegliere il sistema operativo. Nella lista possiamo vedere come apparirà “Ubuntu”. E cliccandoci sopra possiamo vedere tutte le diverse edizioni che possiamo scegliere. Se abbiamo un Pi 3 o un Pi 4, dobbiamo scegliere il secondo, quello a 64 bit. Altrimenti, meglio il primo. Le edizioni ” Ubuntu Core ” hanno uno scopo diverso (per lIoT, o lInternet delle cose), quindi non dovremmo selezionarle.

Selezionando limmagine, torneremo alla finestra principale, ma ora il nostro “Ubuntu” è stato selezionato come sistema operativo da installare. Il passo successivo sarà quello di cliccare su ” Choose SD Card ” per scegliere la micro-SD dove installare Ubuntu, e questo è tutto.

Ora dobbiamo solo cliccare su “Write” per iniziare a scrivere limmagine nella SD. Il processo può durare da un paio di minuti a 10 minuti, a seconda della nostra connessione internet (poiché limmagine deve essere scaricata) e della velocità della micro-SD.

Quando il processo è finito, scolleghiamo il micro-SD dal computer, lo mettiamo nel Raspberry Pi, lo colleghiamo e possiamo goderci lUbuntu ufficiale sul microcomputer.

A cosa fare attenzione

La prima cosa che troveremo quando inizieremo la distro è che chiederà un nome utente e una password . Se non labbiamo installato noi stessi, cosa sarà? Canonical ha scelto di utilizzare il classico ubuntuubuntu come nome utente e password per limmagine Ubuntu del Raspberry Pi.

Con queste credenziali possiamo accedere e iniziare a controllare la distro. Ma dobbiamo tenere presente che si tratta di una significativa perdita di sicurezza. Pertanto, la prima cosa che dovremmo fare, anche prima di collegarlo a Internet, è cambiare lutente e la password di default. E disattivare lutente “ubuntu” in modo che nessuno possa usarlo come back door.

Una volta fatto questo, possiamo iniziare a usare la nostra Ubuntu proprio come su un PC. Se si dispone di uno schermo e di una tastiera è possibile controllarlo localmente, altrimenti ci si può collegare in remoto, tramite SSH, per controllarlo dalla rete. Possiamo installare i pacchetti e i servizi che useremo e adattare questa Ubuntu alle nostre esigenze.

Se vogliamo usarlo come nel PC dovremo installare un desktop. Anche se possiamo installare il desktop GNOME originale di Ubuntu, è meglio optare per unalternativa più leggera date le limitazioni del microcomputer. Mate o LXQt sono due opzioni eccellenti. Tutti i programmi, compresi VLC e Kodi, funzioneranno senza soluzione di continuità su Ubuntu Raspberry Pi, aprendo un mondo di possibilità completamente nuovo per il microcomputer.

Articoli relativi a Vuoi installare Ubuntu su un Raspberry Pi? Il modo più veloce