Vi presento RollBack RX, unalternativa gratuita e migliore ai punti di ripristino di Windows

Microsoft fornisce diverse opzioni personalizzabili per recuperare il vostro sistema se avete problemi con esso, ma non tutte sono convincenti. Infatti, su alcuni computer, oltre a non funzionare o a non funzionare correttamente, sono disabilitati per default, quindi molte persone optano per soluzioni di terze parti.

Questo è il caso, per esempio, dellopzione restore points in Windows 10 , che non sempre vengono creati quando ne abbiamo veramente bisogno, per esempio. Ecco perché in queste righe parleremo di RollBack Rx , un software con versione gratuita compatibile con tutte le versioni di Windows.

In questo caso ci concentreremo sulluso della versione gratuita, chiamata Home, ma che ha alcune limitazioni. Per esempio non supporta la configurazione di funzionalità avanzate come la gestione remota o la compatibilità di più unità. Tuttavia, questo ci aiuterà certamente a recuperare il sistema se avremo problemi con esso.

Allo stesso tempo e come vedremo, mette a nostra disposizione uninterfaccia utente molto semplice e intuitiva . Una volta messo in funzione, possiamo dire che nel pannello laterale sinistro troviamo un totale di cinque diverse sezioni, mentre nel pannello centrale, in linea di principio, vediamo un grafico informativo sullo spazio del nostro hard disk . Sotto di esso troviamo unopzione che ci permetterà di tornare allultimo punto di ripristino salvato cliccando su “Rollback Computer”, il tutto dopo aver riavviato il computer.

Ma naturalmente, prima di ciò dovremmo essere in grado di avere qualche punto di ripristino già creato, quindi con questo programma sarà semplice come cliccare sullaltra opzione nel pannello centrale “Nuovo snapshot”. Questo salverà lo stato attuale del sistema operativo nel caso ne avessimo bisogno in seguito.

Creare punti di ripristino di Windows con RollBack RX

Vale la pena ricordare che il primo punto di ripristino di Windows che creiamo con questo software sarà abbastanza grande. Questo perché più tardi, quelli che creeremo prenderanno già questo primo come base, così saranno più leggeri e più veloci da generare. Ecco perché non consigliamo di toccare quel primo punto di recupero che funge da base.

Per dire che nellopzione di ripristino di cui sopra, è qualcosa che possiamo fare in base al tempo o un backup fatto in passato. Tuttavia, per vedere tutti i punti di ripristino che abbiamo accumulato nel tempo, dovremo andare alla scheda “Istantanee” nel pannello di sinistra.

Diciamo che nel caso in cui vogliamo personalizzare il processo di crittografia dei punti che creiamo, dobbiamo andare al menu “Strumenti Sicurezza del sistema”. Poi, nella nuova finestra che appare, possiamo selezionare la modalità di cifratura dei dati che vogliamo applicare a tutte le informazioni memorizzate nei punti di ripristino passati.

Articoli relativi a Vi presento RollBack RX, unalternativa gratuita e migliore ai punti di ripristino di Windows