Ecco come si possono salvare e modificare le foto in formato WebP da GIMP

Quando lavoriamo con le nostre immagini o con quelle di altri, ci sono molti programmi di fotoritocco che possiamo utilizzare. Queste soluzioni ci aiutano a convertire, ritoccare o migliorare le nostre foto in modo più o meno avanzato. Qui possiamo citare programmi come Photoshop o GIMP, due dei più popolari al mondo.

È vero che, nonostante la loro potenza e il loro uso diffuso a livello globale, cè un aspetto che differenzia entrambi i programmi in modo importante. In particolare, il primo, di proprietà di Adobe , è a pagamento, e il secondo è un progetto open source, gratuito. Nel corso degli anni entrambe le proposte si sono evolute e sono cresciute in modo sostanziale, adattandosi anche ai tempi più attuali.

Si riferisce sia alle funzioni più avanzate per il fotoritocco, come linterfaccia utente, sia al lavoro con i più recenti formati di immagine. Quindi, in questa sezione ci concentreremo su una funzione della proposta libera, GIMP , che forse molti di voi non sapevano che avesse. In particolare, ci riferiamo al fatto che il software open source ha attualmente la possibilità di salvare i file in formato WebP.

GIMP ora ha il supporto per salvare le foto in WebP

Ecco perché in queste righe vi mostreremo come raggiungere questo obiettivo, qualcosa che sarà sicuramente di grande aiuto per un gran numero di utenti in questi tempi. Vale la pena di menzionare prima di tutto che il formato WebP è relativamente moderno e che non tutti i photo editor sono in grado di lavorare con esso.

Tuttavia, come abbiamo detto, GIMP è perfettamente in grado di fare tutto questo, come vi mostreremo di seguito. Quindi, prima di tutto, vi diremo che esportare file su WebP nel programma GIMP è molto facile, come vedremo. Naturalmente, la prima cosa di cui avremo bisogno è di avere il programma gratuito installato sul PC , che possiamo scaricare da questo link . Si deve tener conto del fatto che, pur essendo un software a costo zero, la potenza e le funzionalità che fornisce sono al di là di ogni dubbio.

Inoltre, si potrebbe dire che è unottima alternativa al già citato Adobe Photoshop , ma senza dover pagare un solo euro. Quindi quello che facciamo ora è aprire la foto che vogliamo convertire in WebP in modo da poter lavorare con essa qui o in altri programmi.

Esportare a WebP da GIMP in pochi secondi

Quindi, per salvare unimmagine in formato WebP in GIMP, una volta che abbiamo loriginale sullo schermo, andiamo allopzione di menu Esporta file come. Si noti che GIMP è un po strano qui. Diciamo questo perché se proviamo a salvare unimmagine, in linea di principio il programma ci permette di farlo solo come file XCF. Quindi se abbiamo bisogno di salvarlo in qualsiasi altro formato, come WebP, JPG o PNG , dobbiamo esportarlo.

Quando si apre la finestra di esportazione, dobbiamo selezionare il tipo di WebP dal menu a discesa Seleziona tipo di file per estensione. Tuttavia, prima che GIMP esporti limmagine in un formato WebP, vedremo apparire una finestra che ci chiederà la qualità che vogliamo usare nella nuova immagine. A questo punto vorremmo spuntare la casella “Nessuna perdita”.

Infine, vogliamo sottolineare che applicazioni come Google Chrome , Firefox, Edge o Opera supportano il formato immagine WebP, che permette un caricamento più veloce e ottimizzato delle foto.

Articoli relativi a Ecco come si possono salvare e modificare le foto in formato WebP da GIMP